Scroll to top
© 2019 Ceramiche De Silva

Pentole in terracotta: consigli di manutenzione

Per far sì che il tuo utensile duri nel tempo occorre prestare attenzione a questi semplici ma efficaci passaggi:

1. Scalda lentamente così da evitare bruschi sbalzi termici che potrebbero causare la rottura.

2. Utilizza uno spargifiamma, non obbligatorio ma una protezione in più. L’importante è cuocere su fiamma bassa e larga, così non avrai sorprese.

3. Evita di aggiungere elementi freddi quando la pentola è ancora calda. Il fenomeno craquelet, o “cavillo”,  ovvero la formazione di piccole crepe a ragnatela intorno al rivestimento, dovute alla porosità del materiale, è una caratteristica della terra da fiamma, necessaria per sopportare le dilatazioni termiche.

4. Passa uno spicchio di aglio sul fondo della pentola, la parte non smaltata che andrà a diretto contatto con il fuoco, quindi la più delicata. L’aglio, essendo un antibatterico naturale, un fissante, proteggerà naturalmente il fondo della pentola in fase di cottura. Se utilizzi la pentola quotidianamente, ripeti l’operazione ogni 6 mesi, altrimenti basta una volta all’anno.

5. Completata la cottura, attendi che la pentola si raffreddi prima di procedere al lavaggio, se fatto a mano. Quando mescoli le pietanze durante la cottura, presta attenzione all’uso di elementi metallici perché potrebbero graffiare lo smalto. Meglio utilizzare il classico cucchiaio di legno!

6. Puoi lavare la pentola anche in lavastoviglie, ma sempre dopo averla fatta raffreddare completamente.

7. Per eliminare i cattivi odori, fai bollire nella pentola dell’acqua con 2 cucchiai di aceto e gli odori svaniranno. Oppure tienila a bagno con acqua e succo di un limone e poi risciaquala bene. O ancora strofina tutto l’interno della pentola con uno spicchio d’aglio. Dopo un’ora aggiungi il latte e porta ad ebollizione per qualche minuto. Fai raffreddare e dopo 4 ore lavala con acqua e poco detersivo. Questo serve per riempire i pori della terracotta ed evitare che si depositino residui alimentari.